BELLE ABITUDINI

PROGETTI DI DISINTOSSICAZIONE

In questi ultimi vent’anni sono sparite un sacco di belle abitudini

Senza dover per forza rimpiangere un’epoca, sarebbe bello semplicemente recuperare le deliziose tendenze estinte e ripristinarle come si fa con certo vestiario di merda quando torna di moda, tipo i calzini di spugna dell’Adidas o i pantaloni a zampa che però devi poterti permettere mentre le belle attitudini stanno bene addosso a tutti.

Vediamone insieme alcune:

– Guardarsi dai finestrini delle auto, ai semafori, certi di potersi innamorare.

– Parlare coi tassisti perché qualunque tassista ha almeno una storia assurda da raccontare per cui conviene farlo parlare anziché usarlo come un distributore automatico perché il vero cinema è lì, non nei prodotti Vanzina.

– Far sedere la gente sui mezzi pubblici senza paura di offendere, anche in un’epoca in cui le gentilezze vengono scambiate per discriminazioni.

– Lasciare biglietti di gradimento sotto al tergicristallo perché laddove si osa con lo sconosciuto, lì prosegue l’evoluzione.

– Annotare ricette a mano anziché bazzicare i terribili siti di ricette sponsorizzati da marchi di mondezza; passarsi le ricette al telefono, annotarle in un quaderno apposito e non lasciare che i cuochi famosi interferiscano col regno gastronomico dei nostri avi.

– Smettere oggi stesso di essere i servitori dei nostri figli, ripristinare l’antica noncuranza dei genitori di cent’anni fa, abolire i passaggi in auto alle due di notte, le paghette superiori allo stipendio di un impiegato, le felpe della Nike, il cellulare da duemila euro, il corso di circo ucraino, la comprensione mansueta di risposte come “Non rompermi i coglioni, Mà”.

– Tornare a chiamare i posti dove si mangia ristoranti, osterie o trattorie piuttosto che enoteca con cucina, bistrot con fornello, forno con spaccio. Riprendersi i veri valori e dare i nomi alle cose ma darglieli semplici.

– Tornare a parlare italiano, anche se dobbiamo dire cose noiose come “riunione virtuale” al posto di “call”, “tutto compreso” in luogo di “all inclusive” e, reggersi forte, “luogo”, al posto di location.

– Giocare a tennis nonostante i tempi siano duri. Farsi forza affinché si riesca a trovare qualcuno che schifi il padel come noi.

– Viaggiare con le vere compagnie aeree di linea perché, dovremmo averlo capito, viaggiare sugli autobus low-cost del cielo stressa anche i nervi più imperturbabili e per trasportare lo stress c’è un supplemento.

– Telefonare. Specialmente nei primi passi di un corteggiamento decidere fin da subito di abolire le chat e di reintrodurre l’antico, emozionantissimo, “Pronto, avevo voglia di sentirti”.

– Chiedere informazioni. Anche con Google maps inserito, si torni a rompere il cazzo alla gente per strada e a scoprire quanto essa sia ormai poco abituata ai rapporti umani fra sconosciuti: recarle questo fastidio porterà solo buoni frutti alla società futura.

– Sperare di poter tornare a votare a sinistra. Seppur con uno sforzo sovraumano, cercare di immaginare come potrà essere il giorno in cui torneranno persone capaci di rappresentare la sinistra che possano esser guardate in faccia senza provare lo stesso sentimento che proviamo oggi, irripetibile persino in questa sede normalmente scurrile.

3 pensieri su “BELLE ABITUDINI

  1. Madame pipì , sei sempre la solita nostalgica.forse invecchiamo e ci trasciniamo il passato perché ci manca?
    O forse semplicemente ci stiamo disumanizzando.la tecnologia, il progresso ci porta a non perdere tempo .veloci veloci.fortunatamente io continuo a pensare che un giorno ci sarà un nuovo movimento. Il movimento dei nostalgici che pubblicherà un libro dove la protagonista madame pipì sconfiggerà il male , il disumano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...